Per un istante ha rischiato di mandarci “in pasto” a Spagna e Slovenia, ma alla fine l’urna di Postumia non è stata eccessivamente severa con l’Italia: all’Europeo di Slovenia del settembre 2013, infatti, la Nazionale di Simone Pianigiani dovrà vedersela (al “Bonifika” di Capodistria, a pochi minuti da Trieste) con Russia, Grecia, Finlandia, Turchia e Svezia, un girone non facile (la Turchia in quinta fascia non è certo segno di sorte benevola, pur se i precedenti della scorsa estate fanno ben sperare) che però, se non altro, evita agli Azzurri la corazzata Spagna e le balcaniche che, verosimilmente, potranno vantare tutte un forte fattore campo.

Va tenuto presente, tuttavia, che solo le prime tre classificate di ogni girone accederanno alla fase successiva (due gironi da sei che determineranno il quadro dei quarti di finale), il che imporrà a Gallinari e compagni di vincere almeno tre incontri su cinque per passare il turno.

Ecco i gironi completi. Ad una prima occhiata, il più equilibrato sembra essere il girone B, con due baltiche e ben quattro balacaniche che, come sempre, potranno essere valutate a ragion veduta solamente una volta resi noti i roster definitivi, ma anche il girone A, al di là della favorita Francia, non è di facile lettura.

GIRONE A
Francia
Gran Bretagna
Germania
Ucraina
Belgio
Israele

GIRONE B
Macedonia
Lituania
Montenegro
Bosnia – Herzegovina
Lettonia
Serbia

GIRONE C
Spagna
Slovenia
Croazia
Polonia
Georgia
Repubblica Ceca

GIRONE D
Russia
Grecia
Italia
Finlandia
Turchia
Svezia

A margine dell’evento, con una netta presa di posizione messa nero su bianco con un comunicato, FIBA Europe ha ribadito il proprio “no” al ciclo quadriennale degli Europei proposto da FIBA World, una contrapposizione tra due organizzazioni teoricamente sorelle che non sarà facile dirimere.