Che non fosse una partita come le altre lo si intuiva già dall’atmosfera del PalaSerradimigni: Meo Sacchetti in cravatta non è uno spettacolo che si vede tutti i giorni e neanche Travis Diener in borghese. La Dinamo conquista il primo posto del girone di EuroCup battendo la Cedevita Zagabria: viene scritta una nuova pagina della storia biancoblù.

Quintetti

Dinamo Banco di SardegnaM- Green, C.Green, , Johnson, D.Diener , Thomas.

Cedevita Zagabria – Babic, Smith, Ray, Suton, Bilan.

Caleb Green  (Foto Salvatore Madau)

Caleb Green (Foto Salvatore Madau)

 TEMPO. E’ un avvio di energia quello dei sardi che con Little General Green e Johnson si portano sullo 6-0. Il Cedevita mette a referto i primi due punti dopo due minuti e mezzo di gioco: C.Green cerca di allungare le distanze con una tripla ma Suton gli risponde con la stessa moneta. E’ Thomas ad emergere con due canestri di fila e mostrare tutta la sua tenacia difensiva, ma i ragazzi di coach Repesa non mollano e accorciano le distanze (16-10). Con due falli di M.Green Meo Sacchetti da minuti e fiducia per Fernandez e Tessitori, Zagabria resta li grazie a Ray e Suton (23-18). La seconda frazione di gioco si apre con un gioco da tre punti di Smith che porta i suoi sul -2 mentre i sardi si caricano di falli. D.Diener apre le danze dai 6,75 seguito a ruota da Devecchi: coach Repesa decide di parlarci su quando c’è ancora metà quarto da giocare (29-21). Il Cedevita si sblocca dalla lunetta mentre D.Diener costruisce un solido vantaggio canestro dopo canestro aiutato da C.Green. Qualche pallone perso di troppo e un contropiede di Ray convincono Coach Sacchetti a chiamare timeout. Smith traina i suoi nella rimonta mentre per i sardi segnare sembra un’impresa impossibile: il primo tempo si chiude sul punteggio di 35-34.

II TEMPO. I primi due punti vengono messi a referto da Omar Thomas mentre Babic firma la parità. A Tessitori vengono fischiati terzo e quarto fatto a distanza di neanche un minuto: lascia il parquet per fare posto al veterano Vanuzzo. Zagabria attacca con Babic e Suton, Thomas cerca lo strappo con una tripla e viene seguito da D.Diener. La ciliegina sulla torta è il contropiede di C.Green e Coach Repesa chiama minuto (49-46): al rientro sul parquet Caleb Green sguinzaglia il gemello incontenibile e segna nove punti intervallati da un canestro di Nurkic. Una vera perla destinata a essere ricordato è il canestro segnato dall’ex Orleans con fallo antisportivo fischiato a Nurkic (65-53). L’ultima frazione di gioco ha nei primi minuti protagonista Nurkic autore di un canestro e due falli commessi: Thomas riprende lo show mai suoi compagni hanno difficoltà a trovare il canestro. Passano quasi tre minuti in cui nessuna delle due squadre riesce a concretizzare: Ray sblocca il punteggio dalla linea di carità e coach Sacchetti chiama timeout. Smith trascina i suoi fino a -10 (69-59). Zagabria non molla con Zubcic ma i padroni di casa riescono a tenere il gap invariato: finisce  77 – 68 al grido di “Salutate la capolista” del pubblico sassarese.

Tabellini

Dinamo Banco di Sardegna: Green 9, Fernandez, Green 20, Reinholt, Devecchi 5, Johnson 2, Sacchetti 3, Diener D. 12, Vanuzzo 3, Tessitori 2, Thomas 21.

Cedevita Zagabria – Mazalin, Zbcic 5, Ramljan 8, Mustapic, Babic 7, Smith 19, Ray 10, Suton 10, Bilan 3, Nurkic 6, Baltic, Bazdaric.

La sala stampa:

http://www.dailybasket.it/coppe-europee/eurocup-dinamo-sassari-cedevita-zagabria-la-sala-stampa/