Al PalaSerradimigni è il giorno dei ritorni: l’esordio di Drew Gordon nella stagione 2013/14 con la maglia numero 11 della Dinamo e il ritorno di Vanja Plisnic, ex di giornata. L’ala polacca, dopo le dichiarazioni di amore nei confronti della sua ex squadra, è visibilmente emozionato nel calcare il parquet sassarese ed il pubblico di casa si mostra caloroso nei suoi confronti. Travis Diener, al momento l’incognita della formazione di Meo Sacchetti, si presenta in jeans: segno inequivocabile che per lui la partita sarà da spettatore. Della partita c’è poco da dire: i padroni di casa dominano fin dal primo quarto e cotruiscono canestro dopo canestro un vantaggio che nell’ultima frazione è un abisso. Per i sardi da segnalare i 25 punti di C.Green, i 14 di Gordon (autore di un terzo quarto straordinario)ed i 20 di Thomas che, a differenza di Sansone, col taglio di capelli acquista maggiore forza. Da sottolineare il piglio completamente diverso dei ragazzi di Meo Sacchetti: intensi in difesa ed a rimbalzo, grande pecca delle precedenti partite, ed in giornata di grazia al tiro. 

Caleb Green (Foto Salvatore Madau 2013)

Caleb Green (Foto Salvatore Madau 2013)

Quintetti

Dinamo Banco di SardegnaM.Green, C.Green, Devecchi, Johnson, Thomas.

TED Ankara – Erdeniz, Plisnic, Valters, Golubovic, Tucker.

I TEMPO. Avvio energico per gli ospiti che mettono a referto quattro punti consecutivi con Golubvic, i padroni di casa aprono le danze con un C.Green incontenibile che bombarda dalla lunga distanza (3 /4 ). La “cura Gordon” sembra dare subito frutti e sul parquet entra uno rinnovato Johnson: più agguerrito e pronto a riparare ai suoi errori, l’ex nba trova canestri e rimbalzi. Devecchi fa esplodere il PalaSerradimigni con un contropiede con una schiacciata da incorniciare. Grazie soprattutto ad una intensa difesa dei biancoblù i turchi non riescono a segnare (22-9): Golubovic sfiora la doppia cifra e va a referto insieme a Plisnic e Tucker (29-14). La seconda frazione di gioco si apre con la tripla di Valters ed i primi punti di Gordon in maglia Dinamo, accolto con un’ovazione dal pubblico. Per Ankara c’è solo Golubovic e i padroni di casa riescono a mantenere un break importante. Sul massimo vantaggio del quarto dei padroni di casa coach Ercument chiama timeout (48-28). Sassari si riappacifica con la lunga distanza, dopo le basse percentuali di domenica scorsa, con D.Diener, i due Green, Thomas e Sacchetti. Plisnic segue gli ex compagni e realizza dai 6,75, immediata la risposta di Thomas che porta il suo score personale a 14 punti. (52-34).

 

II TEMPO. I primi minuti sono firmati Drew Gordon: suoi i primi sette punti sassaresi e una stoppata che fa saltare dalle seggiole il pubblico del PalaSerradimigni. La tripla di D.Diener sigilla il vantaggio (62-36) e strappa un sorriso perfino all’imperturbabile Little General Green: non sorride affatto coach Sunter che chiama timeout (84-47). L’ultima frazione di gioco è garbage time: i padroni di casa toccano il massimo vantaggio di +41 e ci sono minuti in campo anche per i baby biancoblù Tessitori e Reinholt. Tessitori si distingue per intensità difensiva e una bella schiacciata, Reinholt va a referto con una tripla ed una schiacciata in contropiede di puro atletismo. Finsce 103-67.

Tabellini

Dinamo Banco di Sardegna: M.Green 14, C.Green 25, Reinholt 4,Devecchi 4, Gordon 14., Johnson 4 , Sacchetti 3, Diener D. 7, Vanuzzo 6, Tessitori 2, Thomas 20.

Aycon TED Ankara – Kavalioglu, Candan 2, Bibo, Erdeniz 2, Plisnic 12, Valters 3, Rasic 2, Golubovic 27, Tucker 9, Kamer 4, Ozkan, Baygul 2.

La sala stampa:

http://www.dailybasket.it/coppe-europee/eurocup-last-32-sassari-ankara-la-sala-stampa/