Serviva vincere di dodici punti per poter passare alle Top 16 e le cose sembravano mettersi male fino al terzo quarto con una partita punto a punto. Ma nell’ultimo periodo la sinergia tra la premiata ditta Diener, Vanuzzo e C.Green ha creato il break necessario. La Dinamo Banco di Sardegna scrive una nuova pagina di storia e passa il turno.

Quintetti

Dinamo Banco di SardegnaC.Green, Gordon, T.Diener, D.Diener, Thomas.

Brose Bamberg– Wright, Harris, Jacobsen, Gavel, Zirbes.

I TEMPO. I tedeschi partono con un parziale di 5 punti consecutivi con Harris e Jackobsen: per i padroni di casa è D.Diener ad aprire le danze e lo fa dalla lunga distanza seguito a ruota dal cugino. Bamberg rimette la testa avanti con Harris ma i sardi bombardano da tre e sul 12-9 coach Fleming chiama timeout. Gavel e Zirbes lavorano bene e colmano il gap e superano gli isolani: è C.Green a ricacciarli indietro. I padroni di casa si caricano di falli: a ringraziare Fischer eSanders dalla linea di carità mentre, come al solito, Tessitori viene trattato da ragazzino dagli arbitri. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 25-23 con tripla in chiusura di Vanuzzo. La seconda frazione di gioco si apre con una schiacciata di Fischer mentre Sacchetti concretizza dalla lunetta il fallo del centrone USA. Sanders firma il sorpasso dai 6,75, gli risponde D.Diener: dopo un fallo in attacco fischiato a Thomas Coach Sacchetti chiama timeout. Fischer provoca il PalaSerradimigni che per tutta risposta lo fischia sonoramente: un mini parziale di C.Green convince coach Flaming a chiamare minuto (38-32). I tedeschi non mollano di un centimetro e con Zirbes e Gavel si riportano sul -1: C.Green mette a referto un 6/6 dalla lunetta dopo un deludente 1/3 su fallo di Fischer. E’ proprio il giocatore americano a trascinare i suoi seguito da Gavel: i padroni di casa non riescono a prendere il largo e il primo tempo si chiude sul 53-51 con la tripla in chiusura di Sanders, autore di un secondo quarto spettacolare.

Me Sacchetti durante un timeout (Foto Salvatore Madau 2014)

Me Sacchetti durante un timeout (Foto Salvatore Madau 2014)

II TEMPO. Al rientro dall’intervallo lungo è Wright ad aprire i giochi, Gordon mette a referto i primi punti personali della partita: Fischer prosegue la sua trance agonistica mentre per i sardi si sveglia C.Green. A metà quarto il tabellone dice 62-61 ma le due squadre si inseguono punto a punto. Dopo un exploit di C.Green (che tocca quota 25 punti) è D.Diener a dare lezioni di basket agli avversari con 5 punti consecutivi: ma Bamberg non molla (73-71). L’ultima frazione di gioco è nel segno dei padroni di casa: dopo il fallo in attacco di Gavel rimediato da Devecchi D.Diener riprende da dove aveva concluso il quarto precedente. I sardi bombardano dalla lunga distanza con Vanuzzo e D.Diener e i tedeschi vanno in blackout. Coach Flaming, dopo aver scagliato via la giacca, catechizza i suoi in timeout: al rientro sul parquet continua il bombardamento dei padroni di casa (88-72 quando mancano poco meno di sette minuti): ancora timeout Bamberg dopo un parziale di quindici punti. Il PalaSerradimigni è una bolgia: Gavel è l’unico a realizzare per i suoi mentre si riaccende C.Green. Sanders prova a suonare la carica ai suoi con una schiacciata ma T.Diener sigla il più 19: Coach Flaming chiama l’ultimo timeout a sua disposizione con due minuti e spiccioli sul cronometro ancora da giocare.  Gli ultimi possessi si giocano dalla lunetta: i padroni di casa protano a casa la vittoria con il punteggio di 102 -84.

Tabellini

Dinamo Banco di Sardegna: M.Green, C.Green 32, Devecchi 4, Chessa, Gordon 2, T. Diener 14, Sacchetti 4, D. Diener 23, Vanuzzo 12, Tessitori, Thomas 11.

Brose Basket Bamberg – Goldsberry, Sanders 17, Wright 7, Tadda, Harris 10, Velickovic, Jacobsen 4, Gavel 18, Smith 2, Thieberman, Zirbes 6, Fischer 20.

La sala stampa:

http://www.dailybasket.it/coppe-europee/eurocup-last-32-sassari-bamberg-la-sala-stampa/