Vanja Plisnic in maglia Dinamo nella stagione 2011/12 (Foto FM per Dailybasket)

Vanja Plisnic in maglia Dinamo nella stagione 2011/12 (Foto FM per Dailybasket)

E’ Vanja Plisnic ad intervenire per primo in sala stampa “Sapevamo cosa ci aspettava e non siamo riusciti a fare quello che ci eravamo detti negli spogliatoi. Abbiamo lasciato Sassari  giocare fin dall’inizio ed abbiamo pagato , nel secondo tempo abbiamo provato a recuperare il gap ma era troppo tardi“. La sua emozione a rientrare a Sassari è stata tanta  ma “sono un peofessionista e molto contento di tornare a quì, ho tanti bei ricordi.Questo però non c’entra con la mia prestazione. Ho visto una Sassari forte ma questo non mi ha sorpreso: hanno giocato una grande partita ma noi li abbiamo aiutati con i nostri errori“.

Coach Ercument Sunter  commenta così la partita “Se guardate le statistiche potete capire il perchè Sassari abbia vinto: guardate le palle perse e i rimbalzi oltre alle percentuali al tiro. Noi arriviamo nella massima serie dopo aver conquistato la promozione l’anno scorso non giochiamo un EuroCup da vent’anni. Sapevamo che la partita sarebbe stata tosta, sassari è una squadra tosta tra le favorite del girone con Bamberg. Noi siamo una squadra con un budget più ridotto, ma faremo del nostro meglio per qualificarci“. Prima di salutare i giornalisti c’è il tempo per un piccolo amarcord “nel 1974 ho giocato una partita contro il vostro coach: io giocavo nell’Ankara e lui nella Saclà Torino“. Chi vinse? “Meo Sacchetti, come oggi“.

Tocca a Meo Sacchetti ed il gigante di Altamura si dice subito soddisfatto dei suoi “Abbiamo sofferto i primi minuti, patendo il dominio di Golubovic sotto canestro. poi la partita si è sciolta in una maniera che non ci aspettavamo. Ho avuto una risposta importante nel secondo tempo quando non ci siamo rilassati ed abbiamo difeso con energia nonostante l’ampio scarto. Drew Gordon ci ha fatto intravedere quello che può darci anche se ancora non è al meglio della condizione“. La “cura Gordon” sembra funzionare, soprattutto su Johnson “è stato bravo a rimbalzo. Sono tutti dei professionisti e cercano di dare il meglio“. Oggi ci sono stati minuti importanti anche per i giovani biancoblù, Tessitori e Reinholt “E’ difficile  trovare spazio per farli giocare e per loro trovare ritmo se non giocano, ma devono essere bravi a dimostrare in quei brevi momenti di meritare sempre più minuti“.

Omar Thomas, per lui 20 punti (foto  Salvatore Madau

Omar Thomas, per lui 20 punti (foto Salvatore Madau

Omar Thomas si è distinto sul parquet per i 20 punti a referto ed i 6 falli subiti  (senza neanche uno commesso) “E’ stata una grande partita, molto importante viste le due sconfitte precedenti: la carica di questa partita ci servirà in vista di Brindisi. Abbiamo fatto un step avanti e giocare ogni due giorni ci aiuta molto”.

Il recap della partita:

http://www.dailybasket.it/coppe-europee/eurocup-last-32-la-dinamo-asfalta-ankara/