Giordano Bortolani, MVP della prima parte di stagione della capolista Biella (Foto Laura Malvarosa|Pallacanestro Biella)

UPS

Paolo Galbiati ([email protected] fotoracconti.it)

EDILNOL BIELLA – I lanieri sono la squadra del momento in Serie A2 dopo aver infilato la sesta vittoria consecutiva che proietta la squadra di Galbiati in solitaria al comando del girone Ovest. Squadra giovane e profonda in cui Saccaggi e Lombardi, con i loro 27 e 26 anni, fanno da chioccia ad un gruppo di ragazzi terribili in cui sta brillando potente la stella di Giordano Bortolani, classe 2000, che con i suoi quasi 18 di media è il leader offensivo di Biella. Dopo un avvio zoppicante e la sconfitta pesante di Casale, Biella ha cambiato marcia soprattutto in difesa tenendo nelle ultime 6 partite gli avversari sotto i 70 punti e nelle ultime 3 ad una media di 60, infilando tra l’altro due scalpi prestigiosi in trasferta come Rieti e Treviglio. Adesso due sfide delicate contro le campane del girone per mettere alla prova una squadra partita a fari spenti ma che sta sorprendendo tutti.

Santiangeli (foto Pasquale Cotugno)

MARCO SANTIANGELI (UCC Assigeco Piacenza) / MARCO GIURI (Juve Caserta) – Nelle belle prove delle formazioni di A2 Est allenate da coach Ceccarelli e Gentile si esaltano due giocatori italiani ormai esperti e nel pieno della propria carriera. I numeri 21 e 33 di Caserta e Piacenza viaggiano in simbiosi a quota 15,6 di media a gara nelle prime dieci disputate. Caserta sbanca il campo di Orzinuovi con 32 di valutazione dell’ex Brindisi che chiude con 6 assist e falli subiti quest’ultimi capitalizzati con 7/8 ai liberi. Menzione per i 15 rimbalzi, sicuramente non la specialità della casa per un play/guardia di 193 cm di altezza. L’Assigeco vince in casa portandosi a solo due punti dalla vetta ed un invidiabile bottino di 6 vinte e 4 perse in stagione. Nelle ultime quattro gare disputate l’ex Jesi e Scafati vola sempre in doppia cifra ed in casa contro Roseto ha il suo high stagionale con 27 punti, 7 subiti, 5 assist e 31 di valutazione in 35 minuti. Dopo un primo scorcio di campionato titubante anche il forte esterno nativo di san Severino Marche sta giovando dell’innesto di Mike Hall in gruppo sfornando sempre più sostanza a favore della sua franchigia.

Kenny Lawson (foto di Pasquale Cotugno)

J.J. FRAZIER (Givova Scafati) / K. LAWSON (Pompea Mantova) – “Califfi” di giornata i due USA che giocano rispettivamente a Scafati e Mantova nei due gironi Ovest ed Est. Il nativo di Glennville, già ammirato a Treviglio e per poche partite a Rieti la scorsa stagione, si carica sulle spalle l’altalenante Givova sin d’ora con sole 4 vinte in classifica aiutandola a sbancare il parquet della capolista Casale. Dopo i 41 di valutazione contro Rieti in Supercoppa il numero 30 di Scafati chiude a quota 37 nella trasferta piemontese. Per lui 7 assist e 10/18 dal campo per 28 punti segnati in 35 minuti. Dopo la promozione con Bologna due stagioni fa e la negativa annata in Romagna, a Forlì, Lawson pare aver ritrovato continuità di performance. Ne giova una Pompea prima in classifica insieme alla corazzata Verona e la sorpresa Ravenna. L’ala centro di 205 cm chiude con 39 di valutazione e doppia-doppia da 31 punti e 13 rimbalzi nella vittoria su Udine, per lui 7/11 da due e ben 5/6 dalla lunga distanza finendo per divenire immarcabile per i ragazzi di coach Ramagli.

 

(credits Blu Basket Treviglio 1971)

DOWNS

ORLANDINA BASKET – Momento delicato per l’Orlandina di Marco Sodini che subisce, contro Treviglio, la sesta sconfitta consecutiva di una stagione fin qui molto travagliata. Ed anche molto sfortunata visto che anche contro la formazione lombarda il coach toscano ha dovuto rinunciare a Neri e Querci in corso d’opera finendo con la squadra sulle ginocchia e non riuscendo a completare la rimonta. Peccato perché Tarence Kinsey inizia a portare punti ed energia, Brice Johnson sembra in costante crescita ed i vari Mobio e Bellan sono sempre pronti a dare il proprio contributo. Purtroppo le sconfitte stanno portando anche ad un certo nervosismo, come capitato ieri a Beppe Sindoni espulso ad inizio gara. La classifica è negativa ma coach Soldini ha le capacità per invertire la rotta di una stagione fin qui deludente.

(A cura di Alessandro Salvini e Fabrizio Quattrini)

 


Dailybasket.it - Tutti i diritti riservati