Mekowulu in entrata (foto Pasquale Cotugno)

UPS

Corbett (foto di Danilo Scaccabarossi)

ALLIANZ CESTISTICA SAN SEVERO / 2B CONTROL TRAPANI – Terza di fila per la squadra pugliese che compie la sorpresa di giornata del girone Est sbancando la Grana Padano Arena contro la forte Mantova. Il cambio del manico (da Cagnazzo a Lardo) e l’innesto di Ogide da Piacenza hanno dato maggiore fiducia e muscolarità ad un gruppo salito a quota 16 punti in classifica. A Mantova oltre all’USA/Nigeriano numero 32 decisiva la precisione di Spanghero (16 punti e 20 di valutazione) ma anche la solidità di Demps che chiude con 22 di valutazione e 6 rimbalzi oltre ai 21 punti in 39 minuti di campo. Chiave della sfida in Lombardia è stato aver concesso pochissimo alla bocca da fuoco Clarke (3/11 al tiro) mentre nelle tre consecutive a punti la ritrovata difesa che ha concesso meno di 80 punti agli avversari. La 2B Control Trapani batte nel giro di una settimana Biella e Casale e si scopre all’improvviso grande ed in lotta per le prime posizioni del girone Ovest. Se non fosse stata per la disgraziata trasferta di Napoli, oggi Trapani sarebbe al secondo posto dopo aver infilato 6 vittorie nelle ultime 7 gare disputate. La realtà è quella di una squadra che nel girone di ritorno ha decisamente cambiato passo, soprattutto nella metà campo difensiva dove non subisce più di 70 punti dalla vittoriosa gara al fotofinish con Scafati. Domenica è stata impressionante la dimostrazione di forza su un campo complicato come il PalaFerraris dove Corbett (22 punti) e compagni sono partiti pancia a terra e si sono alzati solo sullo striscione d’arrivo senza permettere mai a Casale di rientrare in partita. Ora Trapani è chiamata alla prova della verità, ovvero confermare prima della fase ad orologio questa crescita sin dalla prossima sfida contro Tortona, l’ennesima piemontese del girone.

 

(credits Scaligera Basket)

foto di Andrea [email protected]

CHRISTIAN MEKOWULU (Agribertocchi Orzinuovi) / GIDDY POTTS (Ora Si Ravenna) – Prestazioni individuali decisive ai fini delle vittorie casalinghe di Orzinuovi e Ravenna per la coppia play/ centro Potts – Mekowulu. Orzinuovi aggancia Roseto in classifica lasciandole l’ultimo scomodo posto grazie ad un monumentale numero 21 classe ’95 che mette energia con rimbalzi (12) e precisione dal campo (9/12). In 36 minuti il centro in forza a coach Corbani ne segna 24 oltre a sei falli subiti per 34 di valutazione, per Mekowulu è la sesta volta oltre i 30 di valutazione personale con high a 51 nella sconfitta a San Severo di inizio stagione. Sfiora il trentello e piazza il suo high stagionale di punti (29) il play in forza al Basket Ravenna che chiude la bella prova al cospetto di Sabatini e Raivio con 24 di valutazione riportando i suoi alla vittoria dopo la persa ad Udine. Contro l’Urania dell’ex Montano il classe 1995 di 186 cm è caldissimo al tiro (12/18) proseguendo nella sua annata da oltre il 40% sia da tre che da due punti.

Federico Massone (foto Laura Malvarosa|Pallacanestro Biella)

JACOPO BORRA (BBC Treviglio) / MARCO LAGANA’ (Orlandina Basket) / FEDERICO MASSONE (Edilnol Biella) – Al PalaFacchetti andava in scena la sfida tra i due centri più lunghi del campionato, con Jacopo Borra che nella gara di andata si era dovuto fermare presto per infortunio e che ieri sera si è ripreso tutto con gli interessi contro Andrea Ancellotti. Parte piano il lungo di Treviglio, quasi a voler prendere le misure, poi cresce di minuto in minuto fino a diventare un vero fattore, soprattutto in attacco, ad inizio terzo quarto scavando, insieme a Collins, il divario decisivo. Per lui serata da 13 punti e 14 rimbalzi di cui 8 in attacco, a cui aggiunge anche 3 assist e 2 stoppate. Vince facile Biella contro Rieti, in una sfida mai in discussione che Federico Massone rende più facile con il suo incredibile impatto sul match dopo poco più di 6 minuti nel primo quarto. Appena dentro il campo infila tre triple in poco più di 60″ scavando il primo solco e poi si mette a disposizione dei compagni iniziando a smazzare assist nel finale di secondo quarto per far rientrare Biella oltre la doppia cifra di margine negli spogliatoio. Aggiusta il tabellino nella seconda metà di gara, chiudendo con 19 punti, 4/5 da 3, 5 rimbalzi e 6 assist per un complessivo 30 di valutazione. Infine piccolo strappo alla regola e premiamo un giocatore sconfitto sul campo ma che le ha provate tutte per guidare la sua squadra al successo. Marco Laganà mette in piedi una gara da cinema contro Tortona, giocando praticamente da solo vista la totale assenza dei compagni. Segna in qualsiasi modo (9/14 da 2 punti, 2/4 da 3 punti), subisce una marea di falli (9), convertendoli tutti in punti (14/14 dalla linea della carità), chiudendo con 40 di valutazione giocando 38 minuti. Un talento puro, Marco, a cui la Dea bendata ha spesso e volentieri voltato le spalle. Ogni tanto però quel talento viene fuori e ci mostra cosa sarebbe stato in grado di fare con un pizzico di fortuna in più.

(credits Blu Basket 1971)

DOWNS

Canka, perdita pesante per Roseto (foto Pasquale Cotugno)

SAPORI VERI ROSETO SHARKS – Prosegue il momento nero dei ragazzi di Germano D’Arcangeli che cedono anche ad Orzinuovi inanellando la sesta sconfitta consecutiva ma soprattutto ultima piazza con 12 punti scavalcati in classifica avulsa proprio dal team di coach Corbani. Ultima vittoria per gli “squali” lontana oltre un mese su Caserta (29.12.2019) ed i continui cambi di roster (fuori Jones e dentro Nikolic e Rodriguez) non forniscono certezze immediate alla truppa. L’infortunio di Canka non aiuta cosi come le nubi che si addensano sul futuro della storica società abruzzese ora attesa dall’infrasettimanale casalinga contro la prima della classe, OraSì Ravenna, per riprendere ad incamerare punti e non perdere terreno in classifica nel girone Est.

(a cura di Alessandro Salvini e Fabrizio Quattrini)