UPS

Corban Collins (foto di Danilo Scaccabarossi)

BCC TREVIGLIO –  Momento particolarmente felice per la BCC Treviglio di Adriano Vertemati che, dopo aver faticato nelle prime settimane del nuovo anno, ha infilato quattro successi consecutivi che hanno riportato la Blu Basket in zona playoff. La squadra lombarda sfrutta il calendario, che le proponeva 3 gare interne, ma in mezzo è arrivato il colpo esterno contro Biella dopo un overtime, a testimonianza della ritrovata cattiveria e capacità di andare oltre gli ostacoli, una caratteristica tipica delle squadre allenate dal neo-coach della Nazionale Under 20. Treviglio continua ad avere la miglior difesa di tutto il campionato, con poco più di 70 punti subiti a partita, con solo il 45% da 2 punti concesso agli avversari, di contro l’attacco continua ad essere poco prolifico (poco sopra i 71 punti a partita, tra i peggiori di tutta la A2) ma l’arrivo di Corban Collins ha dato alla squadra una bocca da fuoco più affidabile di Pavlin Ivanov e soprattutto un go to guy credibile a cui consegnare la palla nei momenti di difficoltà, cosa che è risultata evidente sia contro Napoli che soprattutto Biella. A questo si aggiunga la ritrovata affidabilità di Jacopo Borra, tornato ad essere (quasi) dominante nel pitturato, ed ecco che la squadra è tornata ad essere efficace come nel finale del girone di andata. Adesso l’obiettivo è mantenere altissima la concentrazione per avvicinarsi bene alla fase ad orologio in un girone Ovest che si sta dimostrando durissimo ed equilibratissimo.

 

(credits Blu Basket 1971)

Chiumenti (foto di Andrea [email protected])

ALBERTO CHIUMENTI (OraSì Ravenna) / PATRICK BALDASSARRE (Feli Pharma Ferrara) / ERIC LOMBARDI (Edilnol Biella) – La classe operaia per un giorno va in Paradiso. Gli italiani della settimana sono tre giocatori che spesso e volentieri vivono nell’ombra, dando tanto alle loro squadre in termini di lavoro “sporco” ma raramente si prendono i riflettori della ribalta. C’è tanto di Alberto Chiumenti nella vittoria di Ravenna, più sofferta del +13 finale, soprattutto nella prima metà del decisivo terzo quarto in cui il lungo giallorosso mette 7 dei suoi 14 punti finali contribuendo a scavare un solco che San Severo non riuscirà più a colmare. Discorso simile per Eric Lombardi che contribuisce con 13 punti alla grande partenza di Biella sul campo di Bergamo, in una prima parte di gara chiusa sul 45-29 che indirizza la partita. L’ex Treviso continua poi a martellare chiudendo con 25 punti e 9 rimbalzi la sua migliore gara stagionale per distacco. Torna a sorridere, infine, Ferrara che dimentica in fretta la sconfitta infrasettimanale con Verona passando di autorità al PalaSavelli di Porto San Giorgio in una gara presa in mano a fine primo quarto e condotta in porto con grande personalità. Nel finale, però, sono serviti eccome i punti ma soprattutto gli assist ed i rimbalzi di un Patrick Baldassarre come sempre efficace e puntuale quando c’è da lottare e sporcarsi le mani. Partita solida per il giocatore bergamasco che chiude con 24 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

 

(credits Bergamo Basket 2014)

REGGIE LYNCH E NIK RAIVIO (Urania Milano) / MADE RODRIGUEZ ( Sapori Roseto): Stranieri sugli scudi a Milano e Roseto con Urania e Sharks che battono rispettivamente Imola ed Assigeco tra le mura amiche. La coppia di Usa in forza a coach Villa fa la voce grossa schiantando l’Andrea Costa in maniera netta e con 20 di vantaggio già nel terzo quarto. Il lungo che fece sfracelli anche nel match di andata ha ridicolizzato sin da subito i lunghi avversari chiudendo con un punto al minuto

foto di Andrea [email protected]

(29) con 14/29 dal campo, 10 rimbalzi ma soprattutto 4 stoppate che hanno fatto espodere la meravigliosa e piena Allianz Cloud. Battiti di mani e cori nella stessa arena meneghina anche per Raivio che segna con regolarità nel terzo periodo decisivo per il break ma soprattutto confermandosi mister utilità per via dei sette assist con altrettanti falli subiti capitalizzati da 8/10 ai liberi. Nel 39 di valutazione aggiungono fieno in cascina anche 9 rimbalzi in 34 minuti per 24 punti totali e la “Milano 2” che sogna il play off grazie all’attuale settima piazza. Dopo sette perse consecutivamente si rialza Roseto battendo Piacenza con un ultimo periodo da 28 segnati. Alla quinta disputata in canotta Sapori Veri ecco il primo acuto dell’italo dominicano Rodriguez tra assist e recuperi (6 ciascuno) con 8/10 dalla linea della carità e ben 26 punti per 31 in valutazione. Che sia la riscossa degli abbruzzesi?

DOWNS

ANDREA COSTA IMOLA – Acque agitatissime in casa Andrea Costa Imola dopo un’altra sconfitta, la sesta nelle ultime sette giocate, dal divario sin troppo ampio. In campo il gruppo allenato da coach Di Paolantonio si sfalda alle prime difficoltà mollando tecnicamente e psicologicamente anche contro avversari del suo stesso livello. Le Naturelle ora lontana parente del gruppo che vinse 9 partite su 12 con fiducia, tiro e difesa. Il problema in casa biancorossa non è ora solo tecnico ma anche societario, in realtà i problemi per l’Amministratore Unico Domenicali ci sono da Novembre tenuti nascosti ai più con giocatori e staff che, capita la situazione, si sono allenati e giocato da veri professionisti nella speranza si potessero trovare soluzioni. La conferenza stampa dello stesso Amministratore e detentore del 30% delle quote societarie non ha tranquillizzato gli animi e le facce, oltre alle reazioni, viste all’Allianz Cloud confermano come la pace potrà tornare solo in presenza di segni concreti (stipendi) nei conti di Fultz e compagni. La conferma arriva dal comunicato dato in mano alla Giba ove staff e giocatori intendono “ focalizzare l’attenzione degli addetti ai lavori sulla loro situazione riguardante il rispetto degli impegni contrattuali assunti dalla società nei loro confronti.” Insomma la strada verso la salvezza sul campo pare ora passare in secondo piano.

(a cura di Alessandro Salvini e Fabrizio Quattrini)