Il quesito non è banale, e nemmeno la risposta. Da ultimo arrivato in veste di fotografo nella carovana azzurra capitanata dall’entusiastico e sempre attivo  Beppe Ponzoni, mi sono chiesto cosa ci fosse alla base delle vittorie internazionali di questi “eterni ragazzi”.

Vediamo velocemente la Nazionale Over 40, arrivata quarta ai recenti Europei in Lituania, avendo perso la medaglia di bronzo all’ultimo secondo in una rocambolesca partita contro la Lituania che giocava in casa. Nella sezione “Altre News – Over 40” trovate gli articoli completi sul torneo europeo, scritti dal competente e appassionato Mario Natucci, addetto stampa delle Nazionali Over 40 e 45 sin dal 2007.

(Foto di Savino Paolella © 2012)

La Nazionale Italiana Over 40 a Kaunas, in Lituania, ai campionati Europei 2012 (Foto di Savino Paolella © 2012)

I ragazzi Over 40: Giarletti, Antonucci, Esposito, Tortolini, Mazzella, Cempini, Corvo, Donati, Delli Carri, De Ambrosi, Palazzini (fisioterapista), Ponzoni, organizzatore e gestore delle Nazionali Over.

Cos’hanno questi giocatori per riuscire così bene nel confronto coi pari età di Paesi cestisticamente importanti tra i quali la Lituania, la Russia, il Montenegro, la Slovenia, ecc.?

Iniziamo dalla tecnica: allenatori e osservatori stranieri hanno lodato gli Italiani per la tecnica decisamente superiore alla gran parte degli avversari. Sono tutti giocatori molto ben impostati, coi fondamentali che si insegnavano negli anno ’80, quando l’Italia dominava il basket in Europa.

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Mazzella in penetrazione con fisico e tecnica (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Corvo da sotto. Notate la differenza atletica col suo avversario (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Delli Carri da 3 senza ostacoli (Foto di Savino Paolella © 2012)

Giocatori cresciuti cestisticamente negli anni d’oro della nostra pallacanestro, gli Over 40 Italiani hanno mostrato tecnica ma anche prestanza fisica e atletica decisamente superiore rispetto agli avversari. La pancetta da birra di molti giocatori centro e nord-europei ha sovente fatto la differenza. I nostri dilagavano spesso nella seconda metà della partita, quando i limiti fisici degli avversari emergevano impietosi.

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Grandi guardie tiratrici le nostre… e i centri seguono a rimbalzo! (Foto di Savino Paolella © 2012)

Notevole lo spirito di squadra e l’intesa tra i 10 giocatori, con un nucleo portante che si trova assieme da 4-5 anni. Pur non giocando spesso assieme, questi atleti si conoscono bene.  L’intesa e l’altruismo sono ai massimi livelli, superati forse solo da…i compagni della Nazionale Over 45! Ma questo lo vedremo la prossima settimana in un altro articolo… E saranno proprio loro, gli Over 45 ad essere premiati sabato 8 settembre a Trieste da Dino Meneghin per la medaglia d’oro conquistata un mese fa agli Europei in Lituania. Su Sportitalia 2 alle 20.30 verrà trasmessa la partita Italia – Bielorussia, ultimo incontro delle qualificazioni agli Europei 2013 e nell’intervallo il presidente federale renderà i giusti onori alla Nazionale Over 45. Non perdetevi partita e premiazione!

(Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

L’attenta regìa di Giarletti (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Tecnica e atletismo (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Aggressività in difesa, da notare Antonucci che arriva per il raddoppio sul playmaker avversario (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Intesa nei giochi a due…(Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Come sfruttare un blocco..un po’ al limite (Foto di Savino Paolella © 2012)

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Prestanza fisica contro l’avversario…anche grazie al taping al ginocchio di Roberto Palazzini e alle cure del medico della spedizione Massimiliano Barbieri  (Foto di Savino Paolella © 2012)

Certo, tanto talento, fisico, tecnica e spirito di squadra devono essere ben amalgamati: coach Bucci, dall’alto della sua esperienza, ha gestito la squadra con competenza, dividendosi anche con il team Over 45, e grazie all’aiuto dei vice Marinucci e Anzini.

(Foto di Savino Paolella © 2012)

Coach Bucci durante un time-out a Kaunas, Lituania. (Foto di Savino Paolella © 2012)

Riassumendo, i nostri Over 40 ben figurano perché sono un mix vincente di condizione fisica, tecnica, talento e passione, ben amalgamati in un team di amici gestito da persone capaci. Riusciranno i 25enni di oggi a eguagliarli tra 15-20 anni? Ci contiamo!

Stay tuned, la prossima settimana analizzeremo con le immagini perché la Nazionale Over 45 è la numero 1 in Europa e al Mondo! E sabato sera tutti sintonizzati su Sportitalia 2 per la premiazione!


testo e foto di Savino Paolella © 2012