Aspettando i PlayOff

Nonostante la cornice festosa dovuta all’arrivo della storica Coppa Italia al Pala Radi, la Vanoli Cremona non si scompone e piega Pistoia proiettandosi ai Play Off scudetto con ottimismo e guadagnando i due punti restanti all’archiviazione matematica della salvezza. D’altro canto, tale missione rischia di complicarsi per Pistoia, reduce da una prova energica  e brusca. Dopo un primo tempo equilibrato ma incanalato dalle 16 palle perse da parte della Oriora, Cremona prende il comando della partita per non mollarlo mai. Per Cremona brillano Crawford (23 punti) e Ruzzier (20 punti con 22 di valutazione), mentre per Pistoia da sottolineare le prestazioni del neo acquisto Mitchell (21 punti) e di Krubally (29 di valutazione e 13 rimbalzi). Male Della Rosa, nervoso e peggiore in campo.

Krubally contro Crawford

LA PARTITA

Gli ospiti non sentono la pressione del Pala Radi e partono subito forte con un break di 5-0 ma a Cremona basta poco per accendersi, complice il sostegno caloroso del pubblico di casa. Nonostante le capacità balistiche a disposizione dei padroni di casa – Crawford 9 punti nel primo quarto – Pistoia si porta avanti attraverso una efficace circolazione di palla. E’ una partita intensa ed equilibrata: se la Vanoli non sembra pienamente concentrata e fatica a penetrare nel pitturato avversario, Pistoia riesce spesso ad imporre il proprio gioco e a bersagliare il canestro mediante le conclusioni di Auda e Masicek. I padroni di casa, però, sono bravi ad approfittare delle palle perse di Pistoia verso la fine del primo tempo (16), chiudendo la prima frazione sul punteggio di 52-45.

Al rientro dagli spogliatoi, piovono falli tecnici e antisportivi da una parte e dall’altra. Coach Ramagli scuote i suoi e Pistoia mostra i denti appiccicandosi alle calcagna di Cremona che, tuttavia, piazza un break di 10-4 a prolungare il rispettivo vantaggio mediante le triple di Crawford e Aldridge. Nell’ultimo quarto, la Oriora compie 3 falli nei primi 3’ perdendo Della Rosa per eccesso di falli mentre la Vanoli macina punti instancabilmente. Pistoia ha fame ma è turbata, cresce il nervosismo e l’impotenza di segnare. D’altro canto, Cremona gioca in maniera visibilmente serena e conduce la gara senza problemi fino alla fine, quando il tabellone recita 90-80.

Parziali: 23-26; 29-19; 17-21; 22-14

Sala Stampa

Coach Sacchetti:

“Era una partita particolare perchè potevamo avere la testa da un’altra parte, comunque Pistoia ci è stata alle calcagna per tutta la gara. Siamo abbastanza stanchi, infatti ho concesso più minuti a Gazzotti, ma siamo molto contenti e soddisfatti. La festa per la Coppa? siamo col pubblico, io preferivo festeggiare dopo la partita per non distrarre i giocatori però è andata bene. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo, cioè la salvezza, ora vediamo come si mette la classifica per quanto riguarda la situazione play off.

Coach Ramagli:

“Le palle perse del primo tempo sono state sanguinose. Con un po’ di attenzione in più avremmo fatto meglio e invece abbiamo concesso tiri facili e non abbiamo fermato il gioco quando era necessario. Onore a Cremona perchè riesce a sopperire a molte trappole che avevamo pianificato. Bisogna lavorare sulla testa dei giocatori ora, dobbiamo essere consapevoli dei nostri mezzi e giocare per la sopravvivenza.”

Vanoli Cremona: 27/44 da due; 6/20 da tre; Ruzzier 22, Crawford 22, Diener 16; 30 rimbalzi; 15 assist.

Oriora Pistoia Basket 2000: 22/48 da due; 7/18 da tre; Mitchell 21, Mesicek 21, Krubally 19; 39 rimbalzi; 11 assist.

🐦 SimoneDePalma2

📩 [email protected]