FIAT TORINO-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 102-83 (33-20, 57-46, 81-60)

Prova, finalmente, maiuscola per i ragazzi di Paolo Galbiati, che lascia trasparire un po’ di felicità dopo una difficile prima parte di campionato. Nelle parole del coach la soddisfazione di aver iniziato la gara alla grande e di aver da subito allargato il divario, grazie alla precisione nel tiro da tre punti.

James McAdoo ([email protected] fotoracconti.it)

In effetti al quarto minuto Torino è già avanti per 13-4, distacco che si mantiene sotto la doppia cifra fino ai minuti finali della frazione, quando i padroni di casa danno una nuova spallata all’incontro.

A cavallo della prima sirena si vede la migliore Fiat, mentre Sassari arranca, ma non affonda. A tenere a galla i sardi ci provano Jaime Smith, infallibile la sua prestazione al tiro nei primi 20 minuti, e Cooley. Torino a metà quarto è avanti 45-27, ma all’intervallo Sassari si riavvicina sul -11. Per i gialloblu la voce palle perse è ancora immacolata, contro un 8 dei sardi; le percentuali dal campo sono ragguardevoli: 69% Fiat e 54% Banco di Sardegna.

Al rientro è nuovamente forcing di Torino, con i lunghi McAdoo e Jaiteh ispirati da Moore e da un Hobson ottimo in assistenza e un po’ meno come realizzatore.

Jaime Smith e Jamil Wilson ([email protected] fotoracconti.it)

A metà quarto la Fiat perde Wilson per doppio fallo antisportivo, ma il gioco dei padroni di casa non ne risente e il divario raggiunge e supera il ventello.

L’ultimo tempo ha più poco da dire, con Torino che tocca il massimo vantaggio sul 92-67, c’è da annotare il millesimo assist in serie A di capitan Poeta.

Difficile dare un MVP in una Torino i cui meccanismi hanno funzionato benissimo, tutti i giocatori sono abbondantemente oltre il buono. Quindi una menzione questa settimana va a coach Paolo Galbiati ed al suo vice Comazzi, due buone partite non faranno ancora primavera, ma l’aria frizzantina che si è respirata in campo è il segno di qualcosa di nuovo. Come dichiarato in conferenza stampa, ci sarà ora da lavorare in palestra per continuare su questa strada. La sosta del campionato potrà essere d’aiuto, anche se, a marzo, la ripresa con la capolista Milano porterà subito un difficile esame di maturità.

Dallas Moore ([email protected] fotoracconti.it)

Nelle file degli isolani, buone le prove di Smith e McGee, per un coach Esposito che lamenta una situazione drammatica nella rosa a sua disposizione. La speranza è di recuperare al più presto gli infortunati in vista della gara di coppa Italia di venerdì a Firenze contro l’Umana Venezia.

 

Dal Tabellino:

FIAT TORINO: McAdoo e Moore 20, Jaiteh 18 e 12 rimbalzi; Hobson doppia doppia (12 punti e 10 assists)

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Smith 26, McGee 20, Spissu 10

 

AGGIORNAMENTO  – Vincenzo Esposito ha rassegnato le dimissioni da allenatore, la società Dinamo Sassari ha accettato la volontà del coach e ha assegnato la direzione della squadra a Gianmarco Pozzecco.

Sala STAMPA … per problemi tecnici l’audio risulta essere molto basso, ce ne scusiamo con i nostri lettori.

Vincenzo Esposito

 

Paolo Galbiati