Serata particolare al Palavela domenica sera per il posticipo di campionato tra la Fiat Torino e l’Armani Exchange Milano. Un palazzo gremito (5700 spettatori circa) ha fatto da contorno ad un evento sociale organizzato dall’Auxilium e dalla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.

#SOSTIENICANDIOLO

Larry Brown ([email protected] fotoracconti.it)

#SOSTIENICANDIOLO il motto della serata, un cuore con “Life is Pink” che batteva su un colore rosa di sfondo a tappezzare le tribune e le divise della Fiat. Madrina della serata la Miss Cristina Chiabotto anch’essa in tenuta da gioco rosa, personalizzata per l’evento.

Altro motivo di interesse il ritorno a Torino di coach Larry Brown, che per la prima volta ha seguito la squadra dalla panchina del Palavela. La fortuna non è stata però generosa con il tecnico americano, costretto a vedere la propria squadra subire una nuova sconfitta dall’Olimpia Milano dopo la finale della Supercoppa.

La Partita

Torino parte forte e coglie impreparata la difesa lombarda. Al quarto minuto la Fiat è avanti 8-1 e solo dopo 3:43 Della Valle riesce ad infilare il primo canestro dal campo. Il vantaggio torinese si mantiene per tutta la prima parte del quarto, raggiungendo l’apice sul 17-9 a -1:45 dalla prima sirena. Da questo momento gli ospiti prendono in mano le redini dell’incontro, piazzando un parziale di 0-7, riportando il match in equilibrio.

Cinciarini in azione ([email protected] fotoracconti.it)

Nel secondo quarto Milano pare più concentrata e dalla metà del tempo allunga, grazie ad un Micov, che, colpito al naso nei primi minuti della partita, ha rifatto il suo ingresso solo dal quarto minuto. La Fiat perde, invece, Mc Adoo per un infortunio alla caviglia, esce dal campo e non farà più ritorno. A 3 minuti dall’intervallo l’Armani raggiunge il +11, è il massimo vantaggio, ma Torino tiene il campo e la chiusura di metà segna un 36-43.

Dairis Bertans ([email protected] fotoracconti.it)

Alla ripresa coach Brown schiera Rudd, Cotton, Wilson, Poeta e Cusin. Sono proprio i due italiani a trascinare la squadra con rimbalzi, recuperi e realizzazioni. L’incontro si riapre e resta in bilico per tutto il proseguimento del tempo.

L’ultimo quarto si apre con un canestro di Taylor, ma la panchina ormai corta di Torino mina le forze rimaste ai padroni di casa. Prima Cinciarini e poi Bertans assestano i colpi che spengono la luce di Torino. Il lettone dell’Olimpia è implacabile, tenuto a riposo da Pianigiani per buona parte di partita è il più fresco e lucido. A Micov e Gudaitis il compito di stendere la Fiat con i colpi del KO. Il divario finale è fin troppo severo per un Auxilium in partita per almeno 30 minuti, ma premia la compattezza di un’Armani Exchange, che sia in campionato che in Eurolega sta dando prova di grande maturità.

Ci sbilanciamo e diamo l’MVP di giornata a Bertans, per lui solo un dozzina di minuti di gioco, ma decisivi sull’esito dell’incontro. Ottime comunque le prove dei già citati Micov, Gudaitis e Cinciarini. Per Torino, come confermato anche da Brown nel post partita, cuore ed intensità da Cusin e capitan Poeta.

FIAT TORINO-ARMANI EXCHANGE MILANO 71-93 (17-16, 36-43, 57-57)

Fiat: Taylor 16, Wilson 13, Cusin 11

Armani: Micov 16, Gudaitis 16, Bertans 11

 

Dalla conferenza stampa le parole di Simone Pianigiani: VIDEO 1VIDEO 2

Le opinioni di coach Larry Brown: VIDEO 1VIDEO 2

 


Dailybasket.it - Tutti i diritti riservati