La tripla sulla sirena che ha portato Villanova-Syracuse all'overtime

La tripla sulla sirena che ha portato Villanova-Syracuse all’overtime

Numerose le sorprese della settimana, dopo che nelle prime partite le gerarchie della conference sembravano chiare e definite. A sparigliare le carte ci ha pensato Villanova, che ha battuto prima Louisville 73-64 e poi ha inflitto la prima sconfitta stagionale nella Big East a Syracuse all’overtime 75-71. Eroe degli Wildcats è senza dubbio il freshman Ryan Arcidiacono. Contro Louisville è stato il miglior realizzatore della squadra con 15 punti e contro gli Orangemen ha segnato la tripla allo scadere del tempo regolamentare che ha portato la sfida al supplementare. In quel momento la Wells Fargo Arena di Des Moines nell’Iowa stava per venire giù. Ci ha poi pensato l’altra guardia James Bell a segnare due triple consecutive per stroncare qualsiasi tentativo di rientro per Syracuse. Da sottolineare per Villanova anche le prove di Darrun Hillard, che in 38 minuti ha messo insieme 25 punti con 8-11 dal campo, 7 rimbalzi e 6 assist e di Mouphtarou Yarou, autore di una ottima doppia doppia 14+16. Agli Orange non sono bastati i 23 punti del solito Brandon Triche.

Vander Blue dominante contro South Florida

Vander Blue dominante contro South Florida

La squadra di Rick Pitino, dopo lo scivolone contro Villanova, è andata a perdere anche in casa di Georgetown 53-51, portando a tre le sconfitte consecutive. Partita molto strana, visto che le stelle delle due squadre hanno giocato molto male, complici soprattutto le attenzioni particolari delle difese avversarie, tra le più forti dell’intera lega. Così, limitati fortemente Peyton Siva e Otto Porter, la scena è stata presa da chi non ti aspetti. Aaron Bowen, fascia junior che in tre anni ha segnato la bellezza di 49 punti totali, ha compiuto un’autentica prodezza atletica e con un tap-in sulla sirena ha regalato la vittoria ai suoi. Di queste sconfitte inaspettate e di un calendario iniziale molto favorevole ne sta approfittando Marquette, che si ritrova prima con un record di sei vinte e una persa e ha ottenuto l’ingresso nel ranking nazionale al posto #25. L’ultima vittoria è maturata nella notte, nella quale i Golden Eagles hanno schiantato i Bulls di South Florida 63-50, con 30 punti di Vander Blue. La prova del fuoco per Marquette ci sarà il 3 Febbraio, quando giocherà a Louisville. Altra formazione in grande ascesa è St. John’s. Anche qui il calendario sta dando una mano, ma coach Lavin sembra aver trovato la via del successo. Questa volta voglio portare all’attenzione le prestazioni di Chris Obekpa, fascia grande freshman proveniente dalla Nigeria, che in 26 minuti circa di utilizzo a partita domina la classifica degli stoppatori della conference con quasi 5 stoppate ad allacciata di scarpe.

Classifica

#6 Syracuse:                        6-1          18-2

#25 Marquette:                   6-1          15-4

#12 Louisville:                    5-3          17-4

St. John’s:                             5-3          13-7

Georgetown:                        4-3          14-4

Notre Dame:                        4-3          16-4

#24 Cincinnati:                   4-3          16-4

Villanova:                            4-3          13-7

Pittsburgh:                            5-4          17-5

Connecticut:                        3-3          13-5

Rutgers:                                3-5          12-7

Seton Hall:                           2-5          13-7

Providence:                          2-6          10-10

DePaul:                                 1-5          10-9

South Florida:                     1-7          10-10