Tra Sabato e Lunedì Syracuse ha dato una chiara risposta a chi si chiedeva chi fosse la favorita al primo posto della Big East, dopo un inizio di campionato particolarmente combattuto. Gli Orangemen hanno prima espugnato il campo di Louisville, in quel momento #1 del ranking nazionale e poi regolato in casa l’assalto di Cincinnati. La sfida di Sabato al KFC Yum! Center di Louisville è stata la massima espressione possibile del college basket, giocata sul filo del rasoio da entrambe le squadre e chiusa 70 a 68 quando i Cardinals non sono riusciti a segnare il canestro del pareggio. Tra i ragazzi di coach Boeheim, che continua ad inanellare record, oltre alle conferme dei pilastri Brandon Triche e C.J. Fair, si sta facendo largo la guardia sophomore

Grandi doti atletiche per Michael Carter-Williams

Grandi doti atletiche per Miachel Carter-Williams

. Sia contro Louisville che contro Cincinnati ha guidato la sua formazione con grande autorità nei minuti finali dell’incontro, prendendosi molte responsabilità e segnando i tiri della vittoria. La palla rubata a Peyton Siva con schiacciata in contropiede è stata un autentico gioiello. Molto più indietro di quanto si prevedesse invece il centro freshman DaJuan Coleman, al quale il coach regala ancora pochissimi minuti in campo. Louisville rimane un’ottima squadra, ancora una volta ottimamente allenata da coach Pitino, ma sembra avere dei limiti difficilmente superabili nei suoi uomini principali. Gorgui Dieng, ottimo rimbalzista, intimidatore (contro Syracuse 5 stoppate), passatore veramente bravo, non vede mai il canestro e questo permette alle difese avversarie di essere aggressive sul perimetro non dovendosi preoccupare di marcatori nel pitturato. Peyton Siva, anima e leader emotivo della squadra, ha delle percentuali al tiro veramente scarse e ormai anche lui viene spesso “battezzato” al tiro dal suo difensore che invece gli nega la penetrazione. Niente da dire invece sulla guardia junior Russ Smith, che quest’anno in 28 minuti viaggia a quasi 20 punti a partita, 3.4 rimbalzi, 2.7 assist e 2.4 palle rubate. L’attuale terza nella conference, con un record di 4-1, è a sorpresa Marquette. Nelle prime cinque partite è andata all’over time tre volte, contro Connecticut, Pittsburgh e Cincinnati e ha perso solamente contro quest’ultima. Coach Buzz Williams è riuscito a ricompattare il gruppo molto velocemente dopo le partenze di Jae Crowder e Darius Johnson-Odom e ha trovato un’ottima risposta dalla guardia junior Vander Blue, che non aveva entusiasmato nei primi due anni e dalla fascia junior Devante Gardner, che uscendo dalla panchina fa spesso la differenza. Per Cincinnati da sottolineare l’ascesa di Sean Kilpatrick, che contro Marquette ha segnato la bellezza di 36 punti e ha guidato i suoi contro Syracuse con 21 punti.

Il freshman della settimana nellla Big East: Jakarr Sampson

Il freshman della settimana nellla Big East: Jakarr Sampson

Le altre squadre della conference stanno invece incontrando numerosi problemi, alternando ottime prestazioni a cadute rovinose e inaspettate. Georgetown, guidata dall’ottimo Otto Porter Jr., ha imposto una sconfitta da record a Notre Dame, ma ha perso in casa di South Florida. La delusione dell’anno, fino ad oggi, è però Notre Dame. Data tra le favorite, con un organico completo e di esperienza, sta perdendo molte partite, soprattutto in casa. Il Purcell Pavilion, che negli anni passati era una roccaforte per i Fighting Irish, è diventata terra di conquista per gli avversari. Dopo un inizio non entusiasmante, sta invece risalendo la china St. John’s, dalla quale almeno il sottoscritto si aspetta un bel salto di qualità. Coach Lavin infatti ha finalmente un gruppo completo sul quale lavorare, un quintetto con un po’ di esperienza e qualche freshman interessante, tra i quali si sta mettendo in luce la fascia Jakarr Sampson.

Classifica: conference (totale)

#3 Syracuse:  6-0 (18-1)

#5 Louisville:  4-1 (16-2)

Marquette:  4-1 (13-4)

#21 Cincinnati:  4-3 (16-4)

Georgetown:  3-3 (13-4)

Rutgers:  3-3 (12-5)

Pittsburgh:  3-3 (15-4)

#24 Notre Dame:  3-3 (15-4)

St. John’s:  3-3 (11-7)

Connecticut:  2-3 (12-5)

Villanova:  2-3 (11-7)

Providence:  2-4 (10-8)

Seton Hall:  1-4 (12-6)

South Florida:  1-4 (10-7)

DePaul:  1-4 (10-8)